Tutto per la tua bellezza e la tua serenità a 360 gradi

I nostri servizi

Bruxismo

Che cos’è?

Il Bruxismo o digrignamento dei denti è una patologia che colpisce molte persone sia giovani che adulte, e consiste nello sfregare tra di loro i denti. Questo fenomeno avviene nella maggior parte dei casi di notte, mentre la persona dorme, in particolari momenti del sonno profondo, comportando un non accorgimento del disturbo da parte di che ne soffre, ma eventualmente solo da chi dorme vicino.

Cosa provoca?

Il movimento incontrollato della mandibola, fa si, che la bocca sia sottoposta ad un continuo movimento notturno ,con sfregamenti eccessivi dei denti , e ciò comporta al risveglio, indolenzimento, dolori ai muscoli interessati dal serramento, dolori all’articolazione temporo-mandibolare, a volte cefalea, ma soprattutto danni ai denti per la riduzione della lunghezza dentale dovuta a perdita per frattura della struttura smaltea del dente,che comporterà usura e aumento di sensibilità al caldo e al freddo, e nei peggiori casi, perdita del dente per eccessivo lavoro sui legamenti dentali che diventano lassi .

A cosa è dovuto?

Al fenomeno possono essere attribuite diverse cause di natura differente come :

  • Fattori locali: fenomeni come interferenza nei contatti tra le superfici dei denti superiori e quelli inferiori, oppure fattori irritativi come le gengiviti e le paradontiti. Assenza di denti con conseguente eccessivo carico su pochi elementi dentali. Muscoli eccessivamente forti, che durante il sonno hanno stimoli contrattivi anomali.
  • Fattori sistemici: dovuti a cattiva sintesi del calcio e indebolimento della struttura dentale, con conseguente facilità alla abrasione e di conseguenza a vincoli dentali obbligati. Rigurgiti acidi dello stomaco con distruzione e indebolimento dei denti.
  • Fattori psicologici: dovuti a particolari condizioni di stress psicofisico, stanchezza eccessiva, troppo fumo, troppi alcolici, uso di droghe, variazioni ormonali.

Cure e rimedi

Dal punto di vista odontoiatrico il rimedio più utilizzato è il Bite, cioè un apparecchio per i denti di materiale resinoso duro, e non morbido perché amplificherebbe il problema, che viene applicato sui denti prima di andare a dormire. In questo modo il bite fa da barriera tra l’arcata superiore e quella inferiore impedendo cosi lo sfregamento e l’usura dentale.
Nel caso il fenomeno del bruxismo ha portato ad eccessiva usura dentale con perdita del l’altezza della bocca ,la soluzione più adatta è quella di ricostruzione dei denti, che consiste nel ripristino della dentatura rovinata da questa patologia e dalla successiva ricerca della causa che ha portato a questo fenomeno per evitarne danni futuri.

Prevenzione

Questo fenomeno se riconosciuto in tempo può essere limitato seguendo alcune regole come:

  • fare controlli periodici e alleggerire eventuali spigoli dentali che si sono creati con l’usura (ameloplastica)
  • evitare alcol e fumo alla tarda sera
  • evitare di masticare chewing gum
  • evitare il più possibile di serrare i denti durante il giorno
  • stancare i muscoli della masticazione prima di addormentarsi, come mangiare un finocchio, una mela o una carota.
  • fare vita regolare, cercando di riposare nelle ore notturne
  • fare sport per alleggerire lo stress
  • inserire il bite prima di avere grosse abrasioni
  • fare terapie con botulino intramuscolo masseterino