Tutto per la tua bellezza e la tua serenità a 360 gradi

I nostri servizi

Denti da latte

Funzione

I denti da latte, ossia i denti che erompono per primi nel cavo orale del bimbo, iniziando intorno ai 12 mesi di vita, sono importanti perché permettono l’inizio della masticazione di cibo nel bimbo, aumentano lo spazio orale, stimolano la formazione delle future strutture ossee, e in fine conservano lo spazio per i successivi denti permanenti, che cominciano ad erompere intorno ai 6 anni. Inoltre i denti da latte, le gengive e la lingua sono importanti perchè, oltre a svolgere la funzione masticatoria, intervengono nella crescita della mandibola, della mascella e nella corretta eruzione dei denti permanenti.

Sviluppo

I denti da latte possono spuntare in maniera differente e soggettiva, le fasi di eruzione dei denti da latte si possono accomunare secondo questo elenco:

  • dal 3 al 12 mese incisivi centrali e laterali
  • dal 12 al 18 mese primi molari decidui
  • dal 18 al 24 mese canini
  • dal 24 al 30 mese secondi molari decidui

Sintomi dello sviluppo

L’eruzione dei denti da latte può comportare sintomi generali e locali di fastidio e lieve dolore nel bambino, ma i dolori si presenteranno per un tempo limitato. Questi fastidi saranno più limitati nei denti anteriori dove la forma piatta e tagliente ne agevolerà l’uscita, meno nei denti molari che sono più grandi e larghi.

I sintomi più comuni che l’eruzione dei denti da latte possono manifestare sono :

  • gengive gonfie ed infiammate
  • salivazione abbondante
  • irritabilità
  • sonno disturbato
  • in alcuni casi portano alla febbre o diarrea a inappetenza

Rimedi

Alla comparsa di fastidi dovuti all’eruzione dei denti da latte si può rimediare attraverso l’azione di massaggio, con garza idrofila, sulle gengive del bambino; oppure attraverso l’uso di un anello gommoso che consegnato in mano al bambino egli morderà alleviando così il fastidio.
Esistono inoltre, in farmacia, altri prodotti per alleviare il dolore della dentizione, come dei gel o balsami per le gengive, che proteggono le gengive dal fastidio provocato dall’eruzione dei denti.

Come si può limitare l’insorgenza di carie?

Le carie sono una problematica che si può presentare già nei denti da latte dei bambini. Anche se questi denti verranno persi negli anni successivi, e importantissimo eliminare la carie ,al fine di eliminare i batteri della carie e non inquinare la bocca con batteri molto virulenti e cario geni, che colpiranno sicuramente i denti definitivi quando questi eromperanno nel cavo orale. Evitare grosse carie sui denti da lette e anche importante per non arrivare a carie molto grandi,con eventuali ascessi e necessità di estrazione anticipata dei dentini, perdendo spazio sia in altezza che in spessore ,e perdendo la guida per l’eruzione futura dei denti definitivi. Per cercare di limitare l’eventuale formazione di carie si possono adottare i seguenti rimedi:

  • Passaggio di una garza umida sulle gengive dopo ogni pasto, prima dell’eruzione dei denti
  • Dai 4 mesi ai 12 mesi, cominciano a spuntare i primi denti e quindi è importante cominciare l’attività di spazzolamento.
  • Limitare l’uso del biberon dopo che il bambino si è addormentato, questo perché, se contenente sostanze come latte, succo di frutta o tisane potrebbe portare alla formazione di carie.
  • Evitare l’uso del ciuccio immerso in sostanze zuccherose.

EndFragment

  • Controllare bene i dentini del bimbo , e ai primi segni di carie o di macchie sui dentini,portare il piccolo a fare una visita specialistica odontoiatrica.
  • Portare il bimbo ad eseguire la prima visita odontoiatrica intorno ai 4/5 anni.
  • Eseguire le cure dei denti cariati ,senza aspettare che vengano persi, al fine di evitare cari più gravi e perdita di dentini. Importante e mantenere la carica batterica bassissima.
  • Diffidare da chi dice ” non si preoccupi, tanto poi li perderà ” perché i danni si ripercuotono ancor più gravi sui denti definitivi.