Tutto per la tua bellezza e la tua serenità a 360 gradi

I nostri servizi

Estrazioni dentali

Cosa sono?

Le estrazioni dentali sono una delle terapie più frequenti in odontoiatria, quando gli elementi dentali non sono più recuperabili con altre terapie, o per scopi ortodontici o protesici. Queste possono essere di diversi tipi, estrazioni di radici, di denti inclusi o semi-inclusi nell’osso, oppure di denti sani in caso di affollamenti dentari ai fini di una corretta terapia ortodontica.

Perché si estraggono?

Le estrazioni si rendono necessarie nel caso in cui il paziente presenti problematiche come :

  • Carie destruenti che interessano osso in profondità
  • Fratture dentali irreparabili
  • Problemi clinici derivanti da malattia parodontale,con mobilità dentale
  • Problemi dovuti alla presenza di denti del giudizio, come problemi di disodontiasi, cioè difficoltà nell’eruzione di elementi dentali per mancanza di spazio oppure all’orientamento scorretto del dente

Fasi operative

L’intervento di estrazione dentale può essere più o meno semplice in base al tipo di situazione globale presentata dal paziente. Una volta analizzata a fondo la situazione del paziente si procede alle fasi di operative :

  • Anestesia locale
  • Controllo dell’insensibilità dell’area sottoposta a operazione
  • Separazione della gengiva dal dente per prevenire le lacerazione della mucosa
  • Estrazione del dente con l’utilizzo di leve e pinze idonee
  • Punti di sutura (se necessari)

Fasi post-operazione

Nella fase successiva all’intervento, il vostro medico vi consigliera’ alcune piccole accortezze da seguire per evitare dolori e infiammazioni, tra le quali ricordiamo:

  • Uso di garze subito dopo l’estrazione ,da tenere compresse sull’area estrattiva,per limitare perdite di sangue, che possono verificarsi nelle ore successive, e far formare un ottimo coagulo.
  • Per ridurre il gonfiore si consiglia l’uso di buste di ghiaccio, posizionate sulla parte esterna della bocca soggetta ad operazione, nelle prime due ore,ad intervalli di 10 minuti, per non congelare troppo l’area .
  • Per limitare l’insorgenza di dolori una volta terminato l’effetto anestetico, viene consigliata l’assunzione di antidolorifici,che normalmente vengono prescritti dal medico.
  • In alcuni casi per evitare possibili infezioni può essere prescritta una cura antibiotica per la settimana successiva all’operazione
  • dopo circa 24 pre potrà comparire gonfiore nell’area limitrofa all’estrazione . È un evento fisiologico
  • I punti di sutura, se applicati, verranno tolti tra i 7-10 giorni dopo l’operazione