Tutto per la tua bellezza e la tua serenità a 360 gradi

I nostri servizi

Ortodonzia fissa

Che cos’è?

L’ortodonzia fissa consiste nell’incollare sulla superficie dentale dei dispositivi chiamati brackets, che una volta inseriti verranno legati e attivati tutti insieme, per la correzione di disallineamenti e difetti estetici e funzionali dei denti. Gli apparecchi fissi possono essere installati sulla faccia esterna o interna dei denti, secondo le indicazioni del medico curante, che stabilisce anche se applicare l’ortodonzia fissa sull’arcata dentaria superiore, su quella inferiore o su entrambe,e se utilizzare attacchi in metallo o estetici in ceramica bianca.

Come funziona?

L’apparecchio fisso è generalmente costituito da attacchi ( brackets) tradizionali in metallo o in ceramica a seconda della necessità estetiche del paziente e da bande metalliche sui denti posteriori.Queste placchette e bande vengono posizionate sulla superficie dentaria, le prime vengono incollate alla superficie tramite adesivi, le seconde cementate intorno al dente,dato che normalmente sono poste sull’ultimo dente molare. Questa tipologia di trattamento utilizza forze meccaniche , tramite l’azione di fili odontoiatrici, molle ed elastici, che potendo essere tirati e regolati consentono il riposizionamento dei denti. In alcuni casi può essere necessaria l’estrazione di alcuni elementi dentali in modo da creare lo spazio necessario per permettere il riposizionamento dei denti nella loro posizione ideale.

Quando è utile adottarla?

L’ortodonzia fissa è accessibile agli adulti ,che possono utilizzarla o per motivi estetici,o per motivi preprotesici,o in particolare ad adolescenti che abbiano già la dentatura permanente,o che siano in dirittura finale di permuta dentale, ossia a partire dai 11/13 anni. Questa scelta di azione correttiva viene consigliata per pazienti che presentano disallineamenti gravi della struttura dentaria perche riesce a correggere tutti gli elementi con ottimi risultati.

Vantaggi della terapia

  • Ottimo controllo sugli spostamenti dentali
  • Tecnica altamente efficace
  • Risultati permanenti nella maggior parte dei casi
  • Più economico di altre tecniche come l’ortodonzia invisibile, il bonding e le corone
  • Tipologie di apparecchi fissi
  • Apparecchiature per espandere il palato
  • Ortodonzia fissa tradizionale
  • Ortodonzia fissa a bassa frizione
  • Ortodonzia fissa estetica
  • Ortodonzia fissa linguale

Regole per il miglior utilizzo

Al termine della procedura di posizionamento dell’apparecchio si possono presentare fenomeni di irritazione della parte interna della guancia e delle labbra, il fastidio però durera al massimo per 4/5 giorni,dovuto allo sfregamento degli attacchi sulle mucose. I denti inizieranno ad essere dolenti, per la trazione dei fili sui legamenti dentali, ma basterà un leggero analgesico o attendere qualche giorno e tutto si equilibrerà,senza provocare più dolore. La carica batterica con l’uso del l’ortodonzia fissa aumenta,quindi aumenta la possibilità di carie, onde per cui è necessaria un’ottima igiene orale e l’uso di colluttori con fluoro.

E’ buona norma evitare almeno per i primi giorni,ma anche dopo, cibi solidi duri e troppo gommosi come le gomme da masticare, ma nel caso di assunzione di questi cibi è consigliata una pulizia immediata e scupolosa. L’utilizzo del filo interdentale è molto importante ed è fondamentale per una corretta igiene orale e seguire al meglio i consigli dispensati dal vostro odontoiatra. La regolazione del l’ortodonzia va eseguita assolutamente nei tempi e nei modi esplicati dal vostro medico. Risulterà comunque utile e necessario effettuare delle visite di controllo per essere sicuri che l’apparecchio stia funzionando correttamente. Interrompere la terapia troppo presto comporterà un ritorno alla situazione iniziale,per cui fidatevi del vostro ortodontista,che se decide di andare piano e per più tempo, lo fa esclusivamente per il paziente,anche perché la spesa decisa non dovrebbe subire modifiche.