Tutto per la tua bellezza e la tua serenità a 360 gradi

I nostri servizi

Serramento dentale

Che cos’è?

Il serramento dentale è una parafunzione spesso associata al DCM, ossia disordini cranio mandibolari, e questo fenomeno è originato da centri nervosi diversi da quelli che originano il bruxismo, infatti non genera movimento durante il serramento.

Cosa comporta?

Il serramento dentale provoca un grave sforzo muscolare a carico dei muscoli elevatori della mandibola quali temporale e massetere ,causando dolori muscolari avolte intensi durante il giorno ,a causa di un accumulo di acido lattico nel muscolo. Esso inoltre provoca danni parodontali e coronali quali recessioni gengivali e erosioni radicolari,fino ad arrivare alla mobilità dentale.

Quali sono i sintomi?

I sintomi evidenziati maggiormente dal serramento dentale sono :

  • Indolenzimento spontaneo dei muscoli masseteri
  • Dolore alla palpazione dei muscoli masseteri e pterigoidei
  • Ipersensibilità al freddo e al caldo dentali
  • Vertigini e cefalee
  • Dolori cronici e rumori all’articolazione della mandibola
  • Dolori e tensione cervicale
  • Dolori di schiena al risveglio, con diffivoltà a muoversi
  • Difficoltà ad aprire la bocca al massimo durante il risveglio

Rimedi?

Un’efficace soluzione per evitare che il fenomeno di serramento dentale provochi danni a denti e ossa è l’ uso della BITE, cioè un apparecchio removibile in resina che impedisce il contatto occlusale tra le arcate superiore ed inferiore ,e mantiene la bocca semiaperta. Questo tipo di soluzione adempie a tre funzioni principali:

  • Non è piacevole da masticare ed il cervello tende a tenere i denti staccati durante il suo utilizzo
  • Se avviene un fenomeno di serramento dentale diurno, ci si accorge subito che si stanno serrando i denti
  • Evita traumi dovuti allo scontro tra dente e dente ed eventuali rotture,visto che il bite deve essere equilibrato su tutti i denti.
  • Distribuisce il carico di serramento su più denti in modo tale da non rovinare il singolo dente
  • Mantenendo il muscolo più lungo esegue uno streccing muscolare , che con il tempo insegnerà al muscolo la posizione di riposo più idonea.

Prevenzione e corrette abitudini

Questo fenomeno se riconosciuto in tempo può essere limitato seguendo alcune regole come:

  • Evitare di masticare chewing gum
  • Evitare il più possibile di serrare i denti durante il giorno
  • Stancare i muscoli della masticazione prima di addormentarsi, come mangiare un finocchio, una mela o una carota.
  • Evitare nelle ore serali sostanze eccitanti come tè, caffè, cioccolata, coca cola, ecc.
  • Non assumere a cena cibi pesanti o alcolici
  • Fare alla sera esercizi di streccing che distendono i muscoli stressati magari da una giornata pesante
  • Appena possibile fare sport, che rilassa sia la bocca che tutto il corpo
  • Rivolgiti al tuo dentista prima possibile. La terapia ritardata può comportare l’uso di farmaci miorilassanti.
  • Nei casi estremi, utilissimo e l’uso di iniezioni di tossina botulino a offlabel a livello del massetere.