Tutto per la tua bellezza e la tua serenità a 360 gradi

Apicectomia dentale – tutto quello che bisogna sapere

Apicectomia dentale

Apicectomia dentale – Tutto quello che c’è da sapere

La chirurgia endodontica retrogada e la cura delle radici

La radice del dente è particolarmente suscettibile a infiammazioni e infezioni di vario grado. Queste possono avere conseguenze importanti che finiscono per causare la perdita del dente. La chirurgia endodontica retrogada o l’apicectomia, diventa l’unica alternativa in grado di offrire risultati apprezzabili prima di ricorrere all’implantologia. L’intervento è teso a rimuovere la porzione terminale della radice. Una volta pulito l’interno del canale, l’odontoiatra procede con l’otturazione delle radici per via retrograda (cioè del terminale invece che della corona).

Intervento di apicectomia: cause e complicanze

Le cause dell’infiammazione e la pianificazione dell’intervento

Ascessi, granulomi, cisti: l’operazione di apicectomia dentale viene eseguita in tutte quelle circostanze in cui l’infiammazione non trattata tempestivamente porta alla perdita graduale dell’osso alveolare. Riconoscere le cause e la gravità della situazione è fondamentale per intervenire con le dovute misure. Dalla formazione di una fistola gengivale fino al dolore durante la masticazione o continuativo, questi sono i principali sintomi che mostrano l’importanza dello stato infiammatorio. Una volta registrati e valutati correttamente, il dentista può scegliere di pianificare l’intervento di chirurgia endodontica retrogada a fronte dei riscontri offerti tramite valutazione radiografica.

Apicectomia quanto dura l’intervento e il recupero

Durata dell’operazione, tasso di successo e trauma post-operatorio

L’operazione come riassunta nel primo paragrafo può durare dai 90 ai 120 minuti a seconda della posizione del dente, della sua struttura radicolare, della gravità dell’infezione. In generale l’intervento è più semplice e veloce su incisivi e canini. Diversamente, l’apicectomia di molari e premolari può essere più complessa per via del numero maggiore dei canali, della posizione dei denti della presenza di strutture nobili (nervi, canale mandibolare, ecc.). Il trauma post operatorio si risolve con un lieve dolore della parte interessata e con qualche difficoltà nella masticazione. Oggi, la micro-chirurgia endodontica ha un tasso di successo del 95% nei 5 anni successivi l’intervento.

Per maggiori dettagli e per richiedere un appuntamento presso il Centro Medico Tuzza non esitate a telefonare.

Comments are closed here.